Uzbekistan, la settimana della meraviglie.

La coloratissima Khiva, Bukhara, il lago di Aral, che gli Uzbeki chiamano mare, con le barche arrugginite rimaste dove una volta era il mare. E poi un fabbro che crea forbici fuori dal comune, piatti tipici come plov, korutoa e shashlik, l’imbucata a uno sfarzoso matrimonio a Samarkanda.

Questo finché la Panda non rischia di perdere il motore e nuovamente la marmitta.

Share this: