La nuova nazione da scoprire in questa tappa è la Mongolia, con la sua cucina povera ma molto gustosa, a base di carne di montone, airag, una bevanda leggermente alcolica a base di latte di giumenta fermentato (che regala a Daniele dei brutti quarti d’ora!), zuppe di carne e grasso di montone, khuushuur e buzz.

A Ulan Batar, Daniele e Gaetano si concedono di fare un po’ i turisti, girando per negozietti e visitando il museo dei dinosauri. Qui sono particolari persino i karaoke, che come dei “bordelli della musica”, sono composti da tante stanze, in cui i singoli gruppi cantano per conto loro.
Dopo la serata karaoke via verso nord per attraversare il confine e raggiungere il traguardo. A 4,2 km dal traguardo del Mongol Rally parte una sospensione della Panda e di nuovo la marmitta, ma… Guardate le foto e premete play per scoprire come è finita!

Share this: