“La vita è troppo breve per bere vini mediocri”, affermava Goethe, che aveva trovato pace e ispirazione sui Colli Euganei. Probabilmente aveva anche conosciuto le eccellenze locali, come vini e vigneti.

In camper, in auto, in bici o anche a piedi, potrai partecipare a numerose manifestazioni enogastronomiche, visite guidate e degustazioni lungo il tragitto della Strada del Vino dei Colli Euganei, che riunisce oltre 40 cantine, tra le quali l’azienda Salvan – Vigne del Pigozzo. La cantina con sede a Due Carrare (PD) – che ha ospitato gli iscritti giunti in camper per la degustazione gratuita ed esclusiva di San Martino – sarà col Club del PleinAir al grande salone Itinerando – Expocamper di Padova. In occasione della fiera, gli iscritti al Club del PleinAir avranno anche uno speciale sconto di ben il 20% acquistando in cantina almeno 6 bottiglie di vino dal 9 all’11 febbraio.

Un clima temperato, spesso caratterizzato dal fenomeno dell’inversione termica – per il quale la temperatura sale con l’altitudine – e il terreno che origina dalla disgregazione di rocce vulcaniche, rendono la zona particolarmente adatta alla coltivazione di vitigni pregiati. Non è un caso che qui vengano prodotte un gran numero di ottime etichette nelle zone della DOC Colli Euganei e della DOCG Colli Euganei Fior d’Arancio.

Prima di soddisfare il palato e di imparare gli abbinamenti principali nelle degustazioni scoprirai i segreti della vinificazione chiacchierando amabilmente con i vignaioli. Perizia e simpatia, tradizione e innovazione sono infatti le parole d’ordine di Giorgio Salvan, che condurrà le degustazioni del Club del PleinAir al salone Itinerando con i vini della sua cantina Salvan e dell’Azienda Agricola Il Pianzio.
Correva il 1913 quando il nonno di Giorgio Salvan piantò i primi vigneti ai piedi dell’imponente castello del Catajo, residenza dell’arciduca d’Austria Francesco Ferdinando e dell’Imperatore Carlo I. Oggi il nipote tiene viva la tradizione di famiglia, conducendo un attento lavoro di recupero delle uve autoctone dei Colli Euganei.
Che tu sia un appassionato di vini o un raffinato intenditore, fino a marzo potrai partecipare a corsi di assaggio di bianchi, rossi e bollicine, dal più giovane al più vecchio, dal più lieve al più intenso.
Vale la pena raggiungere l’azienda e farsi guidare dai proprietari alla visita guidata dei vigneti e della cantina, dove i vini riposano in enormi barrique di rovere in stile austriaco.

Tra i fiori all’occhiello produzione, prova il Friularo DOCG Bagnoli, nato dal sapiente recupero di un antico vitigno autoctono, ottimo con arrosti e formaggi stagionati, oppure il Colli Euganei DOC Merlot, più giovane e leggero, dai sentori di ciliegia e bacche rosse, vino ottimo per i pasti quotidiani, in particolare con la pasta al ragù o con formaggi tipici come Asiago, Montasio e Grana Padano.
Un’etichetta che non puoi assolutamente perdere è il Colli Euganei DOC Merlot Riserva, che nasce da vitigni dove la produzione è tenuta volutamente bassa, così da rendere i grappoli più saporiti, e poi matura per circa un anno in botti di rovere. Un vino dal gusto maturo, pieno e rotondo. Approfittane della visita per brindare con il Summertime, lo spumante della casa realizzato da uve Friularo.

Share this: