Finalmente ci siamo! Siamo arrivati a Padova dopo aver percorso centinaia di chilometri: dalla terra dei draghi e dalle Dolomiti attraverso il Garda e il Delta del Po eccoci ad Itinerando Show. Noi siamo pronti e vi aspettiamo al padiglione 4 con eventi straordinari. Ma perché una volta arrivati non fermarsi mezza giornata in più per visitare la città?

Per apprezzare la città di Sant’Antonio bisogna dedicare almeno una giornata al suo centro storico, da girare a piedi o in bici.
La visita potrebbe iniziare dalla coreografica piazza Prato della Valle (la più vasta d’Europa dopo la Rossa di Mosca) – chiamata in dialetto Pra dea Vae e luogo d’incontro per studenti, pittori in cerca d’ispirazione e sportivi – e proseguire alla basilica dedicata al santo con gli archi gotici e le cupole bizantine, la facciata romanica e i campanili slanciati simili a minareti. Ma è il capolavoro di Giotto ad attirare l’attenzione dei turisti in visita in città: la Cappella degli Scrovegni con il celeberrimo ciclo d’affreschi terminati agli inizi del XIV secolo dall’artista che aveva già lavorato a Roma e ad Assisi.

Il Palazzo della Ragione colpisce con i suoi due ordini di logge che conserva una lunghissima sequenza di affreschi realizzati da Stefano da Ferrara e da Niccolò Miretto. Nella parte bassa del palazzo è ospitato il più antico centro commerciale della città con le botteghe che vendono carne, pesce, salumi, formaggi e dolci, in sintesi il meglio delle specialità regionali. L’edificio si affaccia su Piazza delle Erbe e il Palazzo del Bo, sede dell’Università, una delle più antiche del mondo che al suo interno custodisce il cinquecentesco Teatro Anatomico a forma di cono rovesciato.

Per gli iscritti al Club del PleinAir l’accesso ai musei civici è scontato presentando la tessera alle casse.

Per le soste brevi c’è un’area camper in Via Prato della Valle, ex Foro Boario, vicino al santuario.

In battello sul fiume
E’ una piacevole alternativa agli itinerari cittadini la gita in battello lungo la Riviera del Brenta da Padova a Venezia, con visita ad alcune delle più belle ville venete. Oltre a Villa Pisani a Strà, si ammirano quelle di Dolo, Mira, Oriago, Malcontenta e Fusina. Si naviga sulle tranquille acque del fiume come facevano i villeggianti più facoltosi per raggiungere le loro abitazioni di campagna: a bordo dei burchielli, tipiche imbarcazioni che risalgono al ‘700. L’escursione prevede in 10 ore la traversata, la guida, la visita di tre ville, la sosta agli Antichi Molini cinquecenteschi e, per chi vuole, il pranzo in un ristorante lungo la riviera; in alternativa c’è il tour ridotto, di mezza giornata (per orari, tariffe e programmi completi tel. 049 8760233, www.battellidelbrenta.it, info@battellidelbrenta.it).

Share this: