Marta Maragno, una vita off-road!
Al Padiglione 2 interamente dedicato ai miti del fuoristrada, racconti e mezzi che hanno fatto la storia.

Ci sono vite che hanno il sapore e le tinte intense dell’avventura. Sulla storia della padovana Marta Maragno, fra i protagonisti del settore di Itinerando Show dedicato all’off-road, si potrebbe scrivere un libro intero.
A 18 anni, con il papà Paolo, il primo viaggio in fuoristrada in Tunisia: la prima scintilla di una passione che non si è ancora esaurita. Da allora un lungo – e per certi versi incredibile – elenco di viaggi e avventure in tutto il mondo, dalla Sahara Expedition alla Trans-Libia al Warn Marocco Trophy fino alle indimenticabili gare di fuoristrada estremo in Malaysia. Spesso è l’unica donna in gara, in un mondo tutto al maschile, e in non poche occasioni riesce a piazzarsi nelle prime posizioni. Nel 1998 una delle avventure più incredibili, la Fjallaravern Polar Adventure in Lapponia, 400 chilometri su una slitta trainata da cinque cani a una temperatura che raggiunge i 30 gradi sotto lo zero. Una vita a 200 all’ora, ricca di emozioni. A 48 anni Marta Maragno sta già progettando la prossima avventura: «Voglio portare con me anche mio figlio Alex, 6 anni, che è già un grande appassionato di off-road».

Ma le esperienze di viaggio estremo non hanno regalato a Marta solo brividi e adrenalina: «Sono state straordinarie palestre di vita. Alle competizioni si impara cosa significa davvero far parte di un team, lavorare in squadra. Le difficoltà che si incontrano lungo il viaggio sono le più diverse ed è indispensabile restare uniti. Le avventure di cui sono stata protagonista mi hanno insegnato anche che in molte circostanze l’aspetto psicologico è fondamentale, insomma “la testa” conta ancor più della resistenza fisica. Una lezione che non vale solo quando si è in viaggio, ma in molte situazioni della vita…».
Lo spirito che ha animato le imprese di Marta Maragno è lo stesso che anima le ragazze protagoniste del format televisivo Donnavventura: al Padiglione 2 i visitatori potranno ammirare l’inconfondibile veicolo Mitsubishi e incontrare le veterane Camilla, protagonista del Grand Raid Oceano Atlantico e Valentina, che ha partecipato all’ultima spedizione.