A 50 anni dal mitico concerto di Woodstock, il pad. 2 di Itinerando è interamente dedicato al ricordo di questo evento: un happening fatto di musica, motori, cibo e tanta voglia di vita all’aria aperta.

MOTORI – Woodstock Bull e Ducati

La Volkswagen è una delle case automobilistiche che maggiormente rappresentarono negli anni ’60 e ’70 il mito hippie esploso a Woodstock e negli altri grandi happening giovanili svoltisi in tutto il mondo. La concessionaria Scarabel SpA in Fiera fa rivivere l’euforia del viaggio in tutta libertà presentando i modelli che fecero la storia del movimento: dal mitico Bull (o Bulli) ufficialmente chiamato VW T2 alle versioni moderne della famiglia VW T6: multivan e pick up.
Scarabel per la prima volta porta a Itinerando anche le moto Ducati per le grandi emozioni del tempo libero, tra cui le nuove Scrambler Cafe Racer, Mach2 e Desert Sled ispirate al modello disegnato da Leopoldo Tartarini negli anni ’60.

CONCERTI – Woodstock Live
Il pomeriggio di sabato 16 agosto 1969 dopo Quill e la Keef Hartley Band si esibì Santana con 8 brani. E sarà proprio con quei mitici pezzi del gruppo americano nato solo tre anni prima, che nel pomeriggio di sabato 2 febbraio al padiglione Woodstock si aprirà verso le ore 17 il concerto dei Pythagora, storica band padovana che della musica di quel festival ha fatto da sempre la sua bandiera. Lo compongono Alberto Bettin (piano, organo Hammond e voce), Enrico Cavuto (chitarre e voce), Elio Paggiaro (batteria e voce), Enrico Santacatterina (basso e voce).

Dopo Santana in quel mitico agosto si esibirono altri cinque gruppi prima dei Creedence Clearwater Revival e dei The Who: questi ultimi iniziarono a suonare alle 4 del mattino e alla diciannovesima delle 24 canzoni sorse il sole. Domenica alle 14 Joe Cocker, 24 anni, già lanciato pochi mesi prima a livello mondiale con With a Little Help from My Friends, eseguì nove brani chiudendo proprio con quella cover dei Beatles prima del temporale che bloccò lo show per ore.
E saranno proprio alcune delle canzoni di questi musicisti, cantate allora, a risuonare in due ore di concerto nel Woodstock Live di Itinerando.

CIBO – Woodstock Grill
In ogni raduno che si rispetti, uno dei posti d’onore lo occupa il cibo. Tra vecchi e nuovi Bull e concerti rock, nel padiglione 2 ci si nutre grazie alle proposte del ristoratore Marco Zanin (titolare a Padova del locale Uscita 16). Due i punti ristoro: bar e pizzeria- hamburgeria. 250 posti a sedere, panche e tavoli in legno come vuole la tradizione, pergolato e menu popolare. 7,50 euro un piatto di gnocchi radicchio e salsiccia, 12 il galletto alla brace e qualcosa in più le seppie in umido; tranci di pizza da 3 euro e mezzo e Ciccio burger BBQ da 7; un bicchiere di vino 1,50 e una birra in bottiglia 4.